Cosa visitare a Minsk, Bielorussia: quando andare e come arrivare

Benché non sia blasonata come le altre capitali europee, Minsk è una città suggestiva che colpisce nel profondo, un luogo dove vive ancora forte il ricordo della Seconda Guerra Mondiale, nonostante una grande voglia di protendersi verso il futuro e la modernità. I luoghi da visitare sono veramente tanti, dai musei cittadini ai monumenti alla memoria, fino ai caratteristici parchi metropolitani. Ecco cosa vedere nel vostro soggiorno a Minsk, quali sono i momenti migliori per un viaggio in Bielorussia e come raggiungere la capitale dall’Italia.

Cosa vedere a Minsk, la capitale della Bielorussia

Uno degli aspetti più intensi quando si visita Minsk è la profondità della sua storia, espressa egregiamente negli edifici storici del centro e nei monumenti simbolo della città. Tra le attrazioni più importanti troviamo il Museo della Grande Guerra Patriottica, come viene comunemente chiamata qui la Seconda Guerra Mondiale. All’interno sono presenti reperti bellici e oggetti che testimoniano quanto sia sentito il confronto in Bielorussia ancora oggi.

Un altro posto da visitare assolutamente è la Cattedrale dello Spirito Santo, una chiesa ortodossa risalente al 1642 in tipico stile barocco, più volte restaurata nel corso dei secoli. Altrettanto suggestive sono anche la Cattedrale di San Giuseppe e la Chiesa Rossa, rispettivamente del XVII e del XX secolo, mentre meritano una sosta anche la Chiesa di Santa Maria Maddalena, una delle più grandi del paese e la Chiesa di San Pietro e San Paolo, una delle più antiche della Bielorussia.

Di particolare originalità è il monumento chiamato l’Isola delle Lacrime, che onora i caduti durante il conflitto in Afghanistan. All’esterno sono raffigurate delle statue religiose, mentre all’interno sono incisi i nomi degli oltre 700 morti, sicuramente una visita da fare con uno stato d’animo sereno e non adatta a tutti. Da vedere a Minsk è il monumentale Teatro Nazionale dell’Opera, una costruzione maestosa che ospita rappresentazioni e spettacoli di musica lirica, teatro ed eventi di danza classica, sulla falsariga del famosissimo Bolshoi di Mosca.

Fra le attrazioni da non perdere segnaliamo anche Park Gorky, uno splendido parco cittadino sempre molto frequentato da turisti e abitanti del posto, al cui interno si trova una pista di pattinaggio al coperto e il planetario di Minsk. Per gli appassionati di architettura e design bisogna passare alla Biblioteca Nazionale, ammirandone la struttura originale esterna e la bellezza dei rivestimenti interni, inoltre è opportuno prevedere una sosta al Museo di Stato Bielorusso, al Museo Strochitsy e al meraviglioso Museo Nazionale d’Arte.

Per ulteriori informazioni su Minsk e altre località da visitare in Bielorussia, consigliamo il portale specializzato Viaggieuropa.com, dove trovare tantissime guide e articoli approfonditi per organizzare qualsiasi tipo di viaggio in Europa.

Come raggiungere Minsk in Bielorussia

Arrivare a Minsk dall’Italia è piuttosto semplice, infatti nei pressi della città sono presenti due aeroporti internazionali. Il primo si trova ad appena 3 Km dalla capitale bielorussa, tuttavia all’interno dello scalo operano principalmente compagnie aere che effettuano voli con l’Asia e la Russia. L’aerostazione utilizzata per i voli europei è la seconda, localizzata a circa 45 Km da Minsk, con voli settimanali che la collegano l’Italia realizzati da Alitalia e soprattutto da Belavia, la compagnia di bandiera locale.

Una volta giunti all’aeroporto bisogna proseguire in autobus o in taxi. Nel primo caso il prezzo del biglietto è di circa 1,50€ fino in centro, mentre in taxi la tariffa fissa è di 20€, ma permette di arrivare in qualsiasi punto della città. Chi desiderasse visitare anche i dintorni può optare per un viaggio in treno, poiché da Minsk si possono raggiungere facilmente la Polonia, l’Ucraina e la Lettonia, utilizzando le linee ferroviarie locali.

I periodi migliori per andare a Minsk

Il clima a Minsk è tipicamente continentale, quindi si susseguono estati miti e inverni molto rigidi, con temperature medie a gennaio e febbraio dai -3 ai -6°C. L’estate invece è caratterizzata da condizioni meteorologiche piuttosto buone, con temperature medie intorno ai 25-27°C, mentre le precipitazioni si concentrano soprattutto da maggio a dicembre. Il periodo migliori per visitare Minsk è in estate, tuttavia possono scoppiare dei temporali improvvisi, costringendo a rifugiarsi in bar e locali chiusi, perciò per evitare imprevisti è opportuno prendere in considerazione anche i mesi di marzo e aprile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *