Cosa vedere a Buenos Aires, Argentina: guida di viaggio

Cosa vedere a Buenos Aires, Argentina: guida di viaggio

L’argentina è la seconda nazione più visitata dopo il Brasile, una terra che da sempre affascina per la sua cultura, con una buona parte della popolazione che vanta discendenze italiane. Buenos Aires in particolare è una città cosmopolita ricca di storia e di fascino, dopo è possibile visitare i bellissimi parchi cittadini, le chiese e le cattedrali, i musei antichi e moderni, ma soprattutto in cui bisogna vivere l’atmosfera unica, dettata dal ritmo del tango e dalle vie principali della capitale argentina. Ecco cosa vedere a Buenos Aires durante un viaggio in Argentina.

Casa Rosada

Uno dei simboli di Buenos Aires è la Casa Rosada, un edificio istituzionale sede della presidenza dell’Argentina, la cui facciata è stata tinteggiata di rosa intorno al 1870 assumendo l’attuale caratteristica estetica. Oltre ad ammirare questo palazzo monumentale è possibile visitarne l’interno, prenotando un’escursione guidata disponibile il sabato e la domenica e completamente gratuita. Nella parte posteriore è presente anche il Museo del Bicentenario, istituito nel 2011 in cui è ospitata un’importante collezione di oltre 10.000 reperti.

Plaza de Mayo

La piazza dove si trova la Casa Rosada è la famosa Plaza de Mayo, cuore politico della città argentina, all’interno della quale si svolgono spesso le manifestazioni cittadine. Questo luogo è sicuramente uno dei punti turistici più apprezzati di Buenos Aires, infatti ci si può rilassare scattando delle ottime foto ricordo, oppure ammirare gli splendidi edifici intorno alla piazza come la sede del Banco della Nazione Argentina e la bellissima cattedrale a lato. Dalla piazza è possibile raggiungere a piedi altri posti rilevanti, come Praza do Congresso e la rinomata Avenida de Mayo.

Avenida 9 de Julio

Una delle attrazioni da vedere assolutamente a Buenos Aires è l’Avenida 9 de Julio, una delle arterie principali della città. Con una larghezza di 140 metri si tratta di una strada estremamente larga, situata nel centro della capitale argentina, che collega la zona nord con quella sud mettendo in comunicazione Plaza Constitucion con Avenida Libertador. Il nome di questa strada celebra il ricordo dell’indipendenza dell’Argentina avvenuta il 9 luglio del 1816, mentre lungo i due lati si possono incontrare luoghi come l’Obelisco in Plaza de la Republica, il Teatro Colon e diversi edifici in stile Belle Epoque.

Recoleta

La Recoleta è un quartiere residenziale di Buenos Aires, una zona caratterizzata da palazzi di grande interesse storico e architettonico. Nello specifico sono edifici signorili adornati spesso da magnifici giardini interni, inoltre sono presenti diversi posti di particolare rilevanza, come il Museo Nazionale delle Belle Arti, la Biblioteca Nazionale, la Basilica di Nuestra Senora del Pilar e il suggestivo Cimitero de la Recoleta. Da non perdere una passeggiata lungo Avenida Alvera, una delle più belle della città argentina.

Museo de Arte Moderno

Buenos Aires è una città in cui si respirano arte e cultura, infatti tra i luoghi di maggiore interesse ci sono il Museo delle Belle Arti, il Museo de la Ciudad e il Museo de Arte Moderno. Quest’ultimo venne inaugurato nel 1956 ed è conosciuto come il MAMBA, ed è un posto dove l’avanguardia artistica internazionale viene esposta in tutta la sua forza. All’interno è custodita una collezione di oltre 7.000 opere contemporanee, a partire dal 1920, con fotografie, disegni, quadri e altre realizzazioni di artisti locali e stranieri.

Parque Tres de Febrero

La capitale dell’Argentina mette a disposizione dei turisti numerosi parchi cittadini, come il bellissimo Parques Tres de Febrero, conosciuto anche come Bosque de Palermo poiché è localizzato all’interno del quartiere Palermo. Si tratta di un’area di oltre 25 ettari aperta nel 1875, un luogo ideale per passeggiare in mezzo alla natura, ammirando le specie vegetali, il roseto con più di 14.000 essenze realizzato nel 1914 e il romantico angolo del Jardin de los Poetas. Altrettanto importanti sono il Jardin Japones, il Jardin Botanico e la famosa Floralis Generica.

Tango

Questa danza rinomata in tutto il mondo rappresenta la vera essenza della cultura argentina, che proprio in Buenos Aires vive ad ogni angolo della città. Il Tango è stato dichiarato Patrimonio Culturale Immateriale dall’UNESCO, ed è un vero e proprio simbolo di Buenos Aires. Oltre agli spettacoli organizzati nelle strade, in luoghi pubblici come Plaza Dorrego, chi desidera assistere a uno spettacolo di tango può recarsi presso il Café Tortoni, aperto sin dal 1920, la Confiteria Ideal, un locale storico della città, Esquina Carlos Gardel, l’hotel Mansion Dandi Royal o il Chiquin, dove quasi tutte le notti vengono proposti eventi di tango dal 1905.

La Boca

Uno dei quartieri più pittoreschi di Buenos Aires è La Boca, la cui storia inizia nel 1536 ed è oggi una zona molto apprezzata da turisti e residenti. Punto d’interesse sono le abitazioni dipinte con colori sgargianti, che le rendono un ottimo sfondo per foto e scatti, tuttavia bisogna fare attenzione poiché si tratta di una zona particolarmente pericolosa, che conviene visitare di mattina e nel primo pomeriggio. Qui si possono trovare numerosi ristoranti, bar, locali di tango e il famoso stadio del Boca Juniors, la squadra di calcio di Buenos Aires.

Planetario Galileo Galilei

Tra i luoghi da vedere a Buenos Aires c’è sicuramente anche il Planetario Galileo Galilei, situato all’interno del quartiere Palermo. Dentro è presente una grande copertura a cupola di oltre 20 metri, dalla quale si possono avvistare più di 9.000 stelle e pianeti dell’universo. Inoltre è disponibile anche un museo, una collezione speciale di resti di meteoriti e una sala di proiezione, con diversi eventi organizzati ogni giorno sia per adulti che per bambini, il cui elenco è disponibile sul sito web ufficiale del planetario.

redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *