Cosa vedere in Bielorussia: luoghi da visitare e quando andare

Cosa vedere in Bielorussia: luoghi da visitare e quando andare

La Bielorussia è un paese affascinante e ancora poco conosciuto, ma al contrario è ricco di storia e mette a disposizione un concentrato di cittadine storiche, natura e posti incantevoli, ideali per un viaggio all’insegna del relax e delle passeggiate con la famiglia. Dalla capitale Minsk ai villaggi dell’entroterra, fino ai magnifici parchi e alle zone naturalistiche, la Bielorussia è un paese tutto da scoprire, un territorio di confine incastonato tra la Russia, l’Ucraina e la Polonia.

Cosa visitare durante un viaggio in Bielorussia

Uno di luoghi da vedere in Bielorussia è Minsk, la capitale, una città affascinante con una storia suggestiva, divenuta in pochi anni una delle mete più ambite e sorprendenti dell’Est Europa. Da visitare la bellissima Chiesa dei Santi Simone ed Elena, con la sua pittoresca facciata in mattoni rossi, il Museo della Grande Guerra Patriottica, che ospita un’interessante collezione di reperti bellici della Seconda Guerra Mondiale, il Teatro Nazionale dell’Opera e il Parco Gorky.

Oltre a Minsk in Bielorussia si può passare una giornata alla scoperta di Hrodna, una piccola cittadina situata nei pressi del confine con la Polonia, dove passeggiare nel pittoresco centro storico, ammirare le chiese e la magnifica Cattedrale di Francis Xavier, oppure rilassarsi gustando un caffè in uno dei tanti bar con tavolini all’aperto.

Altrettanto valida è una sosta a Vitebsk, una città artistica che ha dato alla luce il grande artista Marc Chagall, in cui sono presenti caratteristici edifici degli anni ’20, una scuola d’arte piuttosto rinomata e lo Chagall House Museum. Da non perdere anche una visita al suggestivo Castello di Mir, uno dei luoghi più fotografati della Bielorussia, una costruzione fiabesca risalente al XVI secolo. Altrettanto vale per la Chiesa di Muravanka e per il Castello di Nesvizh, un’antica residenza nobiliare con un parco di oltre 90 ettari.

Per gli amanti della natura è consigliabile fare un’escursione all’interno di Belovezhskaja Puscha, una foresta incontaminata dove si possono ammirare piante secolari e fare gite in bicicletta. Non da meno è Braslau, un parco nazionale molto apprezzato dagli appassionati della pesca sportiva, un territorio ricco di fiumi, laghi e foreste, in cui rilassarsi per godersi i magnifici paesaggi naturalistici della Bielorussia.

Come raggiungere la Bielorussia dall’Italia

Per arrivare in Bielorussia dall’Italia la maggior parte delle persone opta per l’aereo, prendendo un volo dal nostro Paese e raggiungendo la capitale Minsk. Diverse compagnie propongono collegamenti diretti, tra cui Alitalia e Belavia, mentre altri vettori mettono a disposizione voli con scalo, come Lufthansa e Austrian Airlines.

In alternativa è possibile optare per il treno, infatti l’estesa rete ferroviaria della regione raggiunge praticamente ogni centro abitato della Bielorussia. Il viaggio ovviamente è molto più lungo, tuttavia permette di ammirare l’affascinante paesaggio dell’Est Europa. Ad esempio Minsk è collegata dal treno con le principali capitali europee, come Varsavia, Vienna, Budapest, Amsterdam e Praga.

Quando andare in Bielorussia: i periodi migliori per viaggiare

Il clima della Bielorussia è tipicamente continentale, perciò è caratterizzato da estati calde senza temperature eccessivamente elevate e inverni rigidi. Nei mesi invernali si arriva spesso sotto lo zero, raggiungendo i -6°C nella zona orientale con picchi di -30°C sui rilievi montuosi. I periodi i cui si concentrano le precipitazioni sono giugno, luglio, novembre, dicembre e gennaio, mentre sono meno piovosi i mesi primaverili e autunnali.

Il momento migliore per un viaggio in Bielorussia è sicuramente all’inizio dell’estate, specialmente tra maggio e luglio, quando si possono trovare giornate lunghe, temperature gradevoli e notti fresche. In alternativa anche la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno è un periodo molto gettonato per visitare il Paese, tuttavia bisogna mettere in valigia indumenti pesanti qualora le temperature dovessero precipitare improvvisamente.

redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *