Cosa vedere a Oxford in un giorno

Cosa vedere a Oxford in un giorno

Spesso conosciuta per la sua prestigiosa università, Oxford è anche una delle città più conosciute dell’Inghilterra per via dei monumenti antiche e le sue chiese. A circa 90 km da Londra, si trova, infatti, una delle città più affascinanti e famose in Europa, ma cosa vedere a Oxford in solo giorno?

Molti la ricorderanno per essere stata la città in cui è stato ambientato il film di Harry Potter, mentre altri per i vari personaggi famosi che hanno vissuto e studiato qui. Visitare Oxford sarà un’esperienza unica e travolgente; ecco l’itinerario perfetto per una visita della città.

Cosa visitare a Oxford: itinerario per un giorno di viaggio

Per una visita di Oxford in un solo giorno bisogna sfruttare al massimo il tempo a disposizione. Come il resto dell’Inghilterra anche questa città offre ai propri visitatori un ambiente dinamico e vivace. Sono molte le attrazioni da vedere; ecco, quindi, cosa vedere a Oxford.

Christ Church College

Tra le opere architettoniche più conosciute di Oxford c’è sicuramente la Christ Church College & Cathedral. La cattedrale è la cappella del famoso college universitario. In questi meravigliosi edifici storici hanno avuto luogo le riprese cinematografiche dei film di Harry Potter. Oggi sono la casa di vibranti comunità che ospitano molti eventi musicali, artistici e teatrali.

La cattedrale di Christ Church è uno delle più antiche costruzioni della città e presso questo college si sono formati parecchi personaggi illustri, tra i quali i primi tredici ministri britannici. All’interno della chiesa potrete trovare delle decorazioni uniche, come le finestre della cattedrale. La Jonah window, ad esempio, è stata dipinta dal famoso artista olandese Abraham van Linge; mentre la Victorian St. Michael Window che illustra una scena dell’ultimo libro della Bibbia.

La Torre Carfax

Questa torre si trova proprio al centro della città e un tempo faceva parte della Saint Martin Church. Oggi la torre ha una funzione municipale e per questo motivo nessun altro edificio può avere un’altezza superiore alla sua. Il suo nome è di origine francese e significa Crossroads, che significa appunto “incrocio”. In effetti la torre è situata proprio nel bivio tra Aldate’s, Cornmarket Street e Queen Street.

Radcliffe Camera e Bodleian Library

Oxford è rappresentativa dell’intelletto non solo per via della sua università, conosciuta in tutto il mondo, ma anche per i numerosi centri culturali presenti. Ad esempio, il Radcliffe Camera è uno dei palazzi più conosciuti anche per la sua biblioteca, nella quale è presente una grande sala dedicata alla lettura.

La struttura in stile neoclassico fu progettata da James Gibbs e, all’inizio, prese il nome di Racliffe Science Library. C’è, però, un’altra biblioteca, ancora più importante della precedente, si tratta della Bodleian Library. Non solo è una delle biblioteche pubbliche più affascinanti, ma anche una delle più moderne. È così importante da essere una delle poche biblioteche in tutta la Gran Bretagna che conservano le copie ufficiali di tutti i documenti redatti nel paese.

L’Orto botanico

Questo fu il primo orto botanico costruito in Gran Bretagna. La sua edificazione risale al 1621 e oggi contiene più di 8000 specie di piante, con una superficie di quasi 2 ettari. Oxford non è famosa solo per le sue opere architettoniche, ma anche per questo favoloso orto che, all’inizio, era usato dall’Università per la ricerca scientifica.

L’orto è diviso in tre parti: il Walled Garden, che è la parte interna, circondata dalle mura originali del XVII secolo; il Taxus baccata, dove ci sono le serre per la coltivazione delle piante e il giardino esterno, che si trova fuori le mura ed è tra la zona interna e il fiume Cherwell. Nella parte principale del giardino, cioè quella interna, è presente l’albero più vecchio di tutto l’orto.

Samuele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *